Go to Top

Repubblica di Albania – Tirana

International competition

For the design of the new Parliamentary complex of the Republic of Albania

Il sito del nuovo Complesso Parlamentare pone una singolare sfida: posto dietro l’esistente edificio del Parlamento, lontano dall’ambiente pubblico, posto lungo la principale via della città, circondato da alti edifici da nord a ovest, presenta una riduzione della capacità del Complesso di essere immediatamente riconosciuto e accettato come il principale sito della città. La struttura architettonica scelta richiama un’idea critica; ciò potrebbe essere visto come una polemica tra simbolismo e utilitarismo, tra la teoria estetica dell’idealismo e del pre-moderno funzionalismo. Il qeleshe o l’oliva come metafore per la forma della Camera Parlamentare non hanno solo un significato simbolico ma hanno un significato più profondo. La forma del qeleshe è considerata ad esempio la più funzionale dal punto di vista della sostenibilità, mentre l’esempio della modesta oliva, anima dura protetta da una polpa sensibile, è stata adottata come una totale strategia sostenibile per il progetto del Parlamento. L’espressività della cupola della basilica Santa Maria del Fiore a Firenze e il successo del Campidoglio nel modellare lo sky-line di Washington DC sono stati adottati qui, incorporando la nozione di nazionalità per un edificio che rappresenta una cattedrale di democrazia del ventunesimo secolo. Particolare attenzione è stata posta alla sostenibilità: il team progettuale ha infatti avuto come obiettivo quello di realizzare un Complesso Parlamentare a zero emissione di carbone.

Dettagli Cupola

DETTAGLI

Anno
2007

Committente
Repubblica di Albania - Tirana

Natura dell’opera
: International competition for the design of the new Parliamentary complex of the Republic of Albania

Natura della prestazione effettuata
Concorso